Sanificazione con l’ozono: un metodo efficace per avere ambienti sicuri

Perché utilizzare l’ozono per la sanificazione degli ambienti? Quali sono i suoi vantaggi?

Nel pieno della seconda ondata dell’infezione da Covid-19, è importante mettere in sicurezza le attività pubbliche e gli ambienti privati utilizzando strategie efficaci che allo stesso tempo non rappresentino un ostacolo alla normale prosecuzione delle attività quotidiane.

Una soluzione sicura ed efficace è la sanificazione con l’ozono: un elemento naturale che consente di intervenire in tutti i tipi di ambienti senza bisogno di additivi e detergenti chimici, sfruttando la sua naturale forza ossidante. Terminato il trattamento, l’ozono si riconverte in ossigeno senza lasciare alcun residuo tossico o chimico.

Ma è davvero efficace per eliminare germi e batteri? La risposta è sì: il suo elevato potere ossidante rende l’ozono un igienizzante naturale che distrugge i batteri ed inattiva i virus.

Perché utilizzare l’ozono per la sanificazione? Quali sono i suoi vantaggi? Oltre ad essere un metodo di disinfestazione ecologico, l’ozono è facilmente utilizzabile su tutti i tipi di superficie ed in tutti i tipi di ambienti, anche quelli in cui sono presenti cibi. Ideale per bar e ristoranti e anche per gli ambienti domestici, si diffonde negli ambienti in maniera capillare, penetra in profondità nei tessuti, elimina batteri e allergeni, lasciando intatte le superfici.

Riconosciuto come “Presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore ecc…” dal Ministero della Salute con prot. N. 24482 del 31 Luglio 1996, l’ozono migliora la qualità dell’aria abbattendo anche i cattivi odori.

Menu